Anche per il privato?

Slegarsi dalla proprietà di un’auto, dalle incombenze relative alla manutenzione, al pagamento dell’assicurazione e del bollo… grazie al noleggio è possibile, si è sicuri del costo mensile dell’auto senza nessuna sorpresa o preoccupazione e con la massima flessibilità.

Finalmente oggi ANCHE a chi non ha PARTITA IVA

Scegli l’auto che desideri e la noleggi dai 12 ai 60 mesi!

Questi i motivi per cui il noleggio ora è conveniente anche per i privati:

La ragione più importante, che deve spingere un privato a rivolgersi al noleggio è la forte svalutazione che subisce un veicolo nel tempo, infatti acquistando un veicolo dopo solo 3 anni si perde il tra il 60 e il 65% del valore iniziale, oltre a tutti i costi sostenuti fino a quel momento, per manutenzione ordinaria straordinaria, assicurazione, bollo, etcc.

Con il noleggio non avrai più preoccupazioni, facciamo tutto noi:

  • Immatricolazione e messa su strada
  • Tassa di proprietà e bolli
  • Assicurazione Rca
  • Assicurazione Pai
  • Assicurazione kasko
  • Assicurazione furto incendio
  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Cambio pneumatici (estivi/invernali) a richiesta
  • Veicolo sostitutivo (a richiesta)
  • Assistenza stradale h24 tutti i giorni

Questo significa che il cliente potrà scegliere e configurare la macchina che preferisce e con un costo fisso mensile (stabilito inizialmente) non avrà più pensieri (niente file, niente scadenze da ricordare per bollo, assicurazione, etc.., nessun problema per fare un tagliando, oppure una manutenzione straordinaria), per l’intera durata del noleggio.

La vettura usata potrà essere data in permuta

Infatti, se ha un auto da dare in permuta con meno di 10 anni di vita, la valutiamo noi (secondo i parametri Quattroruote). Il cliente potrà sfruttare il valore del veicolo usato, per ridurre il canone mensile e/o riprendere qualche euro indietro. (Maggiori informazioni, qui!)

FINALMENTE SARA’ UN PIACERE GUIDARE L’ AUTO!

Anche per il privato? ultima modifica: 2016-04-09T13:16:32+00:00 da Andrea Guerra